Prestiti Privati Napoli

Prestiti Privati Napoli
I cittadini che a Napoli volessero prendere a prestito o prestare denaro possono accedere agli appositi siti internet, senza doversi recare in alcuna sede fisica, men che meno in un istituto di mediazione creditizia.

I cittadini napoletani, come nel resto d’Italia, possono decidere se rivolgersi o meno alle banche per prendere in prestito denaro. Malgrado sembri scontata l’idea di doversi recare presso una banca o un’agenzia finanziaria, nei fatti, negli ultimi tempi, le cose stanno cambiando, grazie alla diffusione del credito tra i privati.

I prestiti tra privati di tipo tradizionale sono quelli stipulati con accordi verbali o scritti tra amici o parenti o anche con persone sconosciute. Tuttavia, ciò a cui intendiamo riferirci è al social lending, ossia alla possibilità di ricorrere ai privati, per concordare le condizioni a cui accedere per un prestito o alle quali intendiamo eventualmente mettere in comune il nostro denaro con altri, per finanziare altre persone.

Questi prestiti non avvengono in sedi fisiche, per cui non vi daremo un indirizzo specifico a Napoli, presso cui andare per chiedere o prestare denaro, semplicemente perché non esiste.
La nuova frontiera dei prestiti corre, infatti, su internet. E la rete offre numerosi siti, alcuni dei quali italiani o in lingua italiana, che consentono, a determinate condizioni, di fare compra-vendita di denaro.

C’è chi, ad esempio, utilizza le aste per mettere in vendita il denaro. E come ogni bene, ciò che varierà con il trascorrere del tempo è il suo prezzo, in questo caso, il tasso. Il denaro sarà così assegnato a chi lo vorrà a tale tasso, per un determinato importo e tempo.

Zopa.it, invece, fraziona il denaro offerto da un individuo in tante parti, in modo da finanziare molte persone ed evitare che se qualcuna non paghi, il creditore perda tutto. E’ lo stesso sistema utilizzato dalle banche.

Il rating assegnato alla persona che chiede denaro e che si iscrive al sito è poi un altro segnale che si lancia al creditore, al fine di renderlo consapevole del grado di rischio.

Esistono poi altri siti come Boober.it, in cui c’è ampia libertà di autodeterminare le condizioni per le quali prestare o prendere denaro e Prestiamoci.it, che punta molto al finanziamento di investimenti di tipo imprenditoriali.