I mutui sono contratti con cui una parte mutuante eroga al mutuatario una somma di denaro o altro bene, che il secondo si impegna a restituire nella stessa qualità. Questa è la definizione dell’art.1813 del Codice Civile.

Trattandosi di prestiti in denaro, si comprende quanto siano diffusi questi finanziamenti, il cui nome spesso è associato all’acquisto di immobili, sebbene esistano anche i mutui personali o liquidità.

Il mutuo è storicamente stato un appannaggio delle realtà bancario, ma con l’irrobustimento delle società finanziarie in Italia, negli ultimi anni, sono crescenti i casi di mutui da queste praticati.

Il contratto di mutuo si distingue dall’ordinario finanziamento, per alcune caratteristiche di maggiore complessità e onere, che lo rendono poco adatto per esigenze quotidiane.

Infatti, l’erogazione minima prevista è ben più alta di un altro tipo di prestito, aggirandosi intorno ai 40 mila euro e poiché vi è un’istruttoria più accurata, anche le spese notarili o di apertura della pratica sono più alte, specie se si considerano i costi per la perizia tecnica, nel caso di un mutuo immobiliare.

mutui