Contratto di Prestito tra privati

Contratto di Prestito tra privati
I privati possono stipulare un contratto di prestito scritto, indicando le proprie generalità, le condizioni contrattuali più importanti (importo, durata e tasso) e apponendo la data e la firma dei contraenti. Tale scrittura avrebbe validità legale.

Un finanziamento può intercorrere tra due soggetti privati, senza cioè passare per la mediazione della banca o di una società finanziaria. E’ il caso esemplare di un prestito a un amico o a un parente, anche quello tra un genitore e un figlio.

Malgrado il clima spesso informale che circonda questi accordi, non è mai consigliato di fermarsi alla stipula di un patto orale, nemmeno se si tratta di un familiare stretto.

Infatti, è sempre bene tutelarsi da possibili variazioni, anche dei rapporti personali, tra le parti, che potrebbero compromettere l’esecuzione del contratto come inizialmente previsto.

Per questo, è sempre bene scrivere un contratto, anche senza la presenza di legali o di terze parti, ma semplicemente firmato e con i dati delle parti contraenti.

Un contratto di questo tipo, quando si tratta di denaro, deve citare il riferimento all’art.1813, quello in cui si definisce il mutuo, in modo da garantirgli un maggiore valore legale.
Per il resto, la scrittura dovrebbe iniziare con la citazione delle parti, apponendo nome e cognome, data e luogo di nascita, luogo di residenza e il codice fiscale.

Dopo, verrebbe il cuore del contratto, ossia l’indicazione delle condizioni a cui un determinato prestito in denaro è stato erogato.
Un siffatto contratto avrebbe valore legale, nel caso dell’insorgere di controversie, tale da potere essere fatto valere anche in un eventuale giudizio.
A titolo esemplificativo, un contratto dovrebbe seguire tale schema:
Dopo avere fatto riferimento all’art.1813 del Codice Civile, si indicano le generalità di Tizio (creditore) e Caio (debitore), scrivendone il nome, cognome, il luogo e la data di nascita, il codice fiscale e il luogo di residenza di entrambi (se le parti fossero costituite da più di due persone, bisogna indicarle tutte).

Segue l’indicazione delle condizioni contrattuali, la firma delle parti e la data.
Nulla vieta che si possa essere assistiti da un avvocato, se non si è in grado o non si desidera stipulare il contratto da soli.