Leasing Auto Privati

Leasing Auto Privati
Il leasing auto per i privati è un contratto con cui si trasferisce il possesso, non anche la proprietà, a un soggetto privato, da parte di una finanziaria. Il vantaggio economico per il cliente privato è, tuttavia, modesto o persino nullo, essendo più un contratto benefico per le aziende.

Il contratto di leasing auto prevede l’affitto di un veicolo a motore, da parte di una società finanziaria verso un cliente, il quale si impegna a pagare il canone mensile o comunque periodico, per tutta la durata del contratto stesso, con la possibilità di riscatto del bene alla fine, dietro il pagamento di una maxi-rata finale. Nel caso, invece, egli non desiderasse riscattare l’auto, la ricederà alla finanziaria.

Quest’ultima resta proprietaria del mezzo durante il contratto, mentre il cliente che ha stipulato il contratto diventa un semplice locatario, ossia il possessore, ma non il proprietario.

Nella quasi totalità dei casi, sono le aziende a stipulare un contratto di leasing, in quanto i maggiori vantaggi sono loro. Infatti, essi possono essere sgravati dalle incombenze tipiche della proprietà, come il pagamento del bollo, dell’assicurazione, della revisione, etc., che specie nel caso di possesso di diversi veicoli, possono assorbire molto tempo e fatica.

Ma il maggiore vantaggio è, in genere, di tipo economico. Un’azienda o un titolare di partita Iva può detrarre dalle tasse il costo del canone pagato alla finanziaria, pertanto accrescendo la convenienza dell’operazione di leasing.

Ad ogni modo, anche i privati hanno possibilità di accedere al leasing auto. Semplicemente, in questo caso, sarà più difficile ricavarne un beneficio economico.

Non potendo detrarre il costo dalle imposte, il vantaggio economico si limita al confronto tra il costo del canone e quello tipico dell’essere proprietari di un’auto.

Le persone private che stipulano un contratto di leasing auto lo fanno, perché non vogliono esserne proprietarie e desiderano non affrontare le incombenze relative, come il pagamento del bollo, dell’assicurazione, della revisione, ma anche della manutenzione dei pneumatici, delle riparazioni, dato che alcuni contratti, denominati di “full leasing”, coprono un po’ tutti i servizi relativi al mantenimento del mezzo, ma chiaramente con un canone mensile più alto.