Scrittura Privata Prestito

Scrittura Privata Prestito
Una scrittura privata per un prestito è un documento redatto informalmente, anche in assenza di legali, con cui le due parti indicano le loro generalità e stabiliscono per iscritto le condizioni del finanziamento. Il testo avrà valore legale e potrà essere fatti valere anche in controversie giudiziarie.

I prestiti sono contratti di norma stipulati con una banca o una società finanziaria erogatrice, perché è, in genere, a un mediatore creditizio che ci rivolgiamo, quando abbiamo bisogno di liquidità.

Tuttavia, malgrado le banche e le finanziarie assorbano la maggior parte dei contratti di credito, nulla vieta a un privato di prestare denaro, così come nulla vieta a un privato di chiedere denaro a un familiare o un amico, o anche un estraneo.

I motivi di tale ricorso a prestiti tra privati possono essere molteplici. Un soggetto potrebbe non avere le condizioni idonee per accedere al credito delle banche: precedenti negativi con rimborsi di finanziamenti, assenza di una busta paga o reddito da lavoro, altre garanzie insufficienti. Così come, egli potrebbe preferire fare riferimento a una persona che già conosce e con cui c’è un rapporto di fiducia, evitando magari la trafila burocratica e il contatto “freddo” con il sistema creditizio.

Ciò che è sempre consigliato in questi casi è di redigere una scrittura privata, per evitare che in futuro possano esserci problemi. Questo è un consiglio utile persino per un prestito tra genitore e figlio, perché come spesso accade, con il tempo, i rapporti possono anche mutare e si rischia di non trovarsi più tutelati, per l’operazione di credito contratta.

La scrittura privata per un prestito è, dunque, un documento con cui le parti (il creditore e il debitore) mettono nero su bianco, riguardo alle condizioni a cui il finanziamento è stato erogato, dopo avere indicato le generalità dei contraenti e apponendo le loro firme.

In pratica, Tizio (nato a…, residente in….) dichiara di concedere a Caio (nato a…, residente in …) un importo X per il periodo Y, da rimborsare a un eventuale tasso Z. Seguono le firme di Tizio e Caio, nonché di altri eventuali soggetti coinvolti nell’operazione e la data.

Nel caso dovessero un giorno sorgere problemi tra le parti, la scrittura di cui sopra avrebbe valore legale e potrebbe essere portata in sede giudiziaria.